Cicloturismo….per tutti!

Un po’ di sana preparazione è d’obbligo! Che si pedali sulle biciclette muscolari o sulle e-bike, è certamente utile una preparazione atletica leggera, prima di affrontare qualsiasi percorso mediamente impegnativo.

Come molti di voi hanno già sperimentato, le bici elettriche possono aiutarci, durante la prestazione,  ma non sostituiscono la potenza delle gambe. Si pedala, si fa fatica, ci si allena in modo costante e aerobico. Un allenamento adeguato a quel che si intende fare è dunque indispensabile.

Il cicloturismo è per tutti, famiglie, giovani, anziani, bambini e diversamente abili.

Il cicloturismo per famiglie è educativo,  ma è anche piuttosto impegnativo, soprattutto se si programmano lunghi viaggi. Bisogna quindi munirsi di pazienza e programmare bene chilometraggio, percorsi e ritmi. La bici sarà per i più piccolini un mezzo di locomozione educativo,tramite il quale potremo insegnare loro ad adottare uno uno stile di vita sano, rispettoso (le regole della strada sono molto importanti) ed eco-friendly. Molto utile, prima di ogni lungo viaggio, programmare una serie di uscite sperimentali, per mettere i bambini a loro agio e valutare anche le diverse potenzialità.

Il cicloturismo in solitaria è un’esperienza appagante e unica.  Libertà, autonomia, spensieratezza. Non serve certamente percorrere il tour de France per provare l’ebrezza di questa esperienza! Un facile percorso nel primo fine settimana libero, kit anti-foratura,  caschetto, borraccia, macchina fotografica ed eventuale caricatore per la vostra batteria e…si parte! Molti di voi ci hanno regalto splendide foto e reso partecipi delle diverse esperienze in solitaria sui monti della Vallagarina. Certo, oltre ai pregi esistono anche degli inconvenienti.Se viaggiate da soli dovete essere sempre pronti all’emergenza ma bastano piccoli accorgimenti per evitare grandi disagi. Dite sempre dove siete diretti, lasciate il vostro recapito e scegliete il percorso più adatto alle vostre capacità tecniche. Ricordate sempre che se viaggiate con un’e-bike dovrete prestare attenzione alle discese ripide e sconnesse. Le classiche e-bike da montagna pesano solitamente più di 20 kg ed è dunque consigliabile spegnere la batteria (sulle Wilier basta scalare fino all modalità off, con il comando sinistro) . Questo vi consentirà di non perdere l’equilibrio o slittare, per via della improvvisa accelerazione apportata dalla batteria qualora foste impegnati a scendere  su terreni montani, ghiaiosi e dissestati.

Il cicloturismo al femminile  è ugualmente divertente e appagante. Qualora foste sole,è sempre bene tener presente che in alcuni luoghi è necessario prestare maggiore attenzione.

Il cicloturismo in Handbike è la forma di viaggio più diffusa per le persone con  disabilità motoria. Particolare attenzione bisogna riservare al mezzo cicloturistico usato e ai tracciati da percorrere, perchè, essendo l’Handbike un mezzo  molto basso, rischia di non essere ben visibile  nelle strade trafficate. Ottime quindi le piste ciclabili. Per trasportare l’handbike in auto è bene essere in due ed è anche consigliato affidarsi ad enti specializzati  e agenzie turistiche del settore che provvederanno al trasporto dei bagagli soddisfando le esigenze logistiche.  Ricordiamo poi che è sempre  necessario viaggiare con dei rilevatori di presenza (luci e bandierina posteriore) per segnalare in carreggiata  la propria presenza alle vetture automobilistiche.

Il cicloturismo in compagnia è ideale per giovani e meno giovani. Se viaggiate con una guida esperta o in coppia, potrete condividere momenti unici e darvi man forte nei momenti maggiormente critici. Potrete effettuare gite avventurose o culturali, e se siete seguiti da un accompagnatore e-bike o da una guida esperta, potrete rilassarvi totalmente, godervi il paesaggio e la giornata, grazie ai preziosi consigli e all’appoggio professionale che queste figure garantiscono!